Foto

Giubileo del Donatore - Roma - 20 Febbraio 2016 - Foto Domenico Cappella
_MG_0247.jpg

Video

Visite

  • Utenti Online: 2
  • Visite Oggi: 166
  • Visite Totali: 30777

Chi può donare

Condizioni di base per il donatore

Età: compresa tra 18 anni e i 60 anni (per candidarsi a diventare donatori di sangue intero) , 65 anni (età massima per proseguire l’attività di donazione per i donatori periodici), con deroghe a giudizio del medico
Peso: Più di 50 Kg
Pulsazioni: comprese tra 50-100 battiti/min (anche con frequenza inferiore per chi pratica attività sportive)
Pressione arteriosa:
tra 110 e 180 mm di mercurio (Sistolica o MASSIMA)
tra 60 e 100 mm di mercurio (Diastolica o MINIMA)
Stato di salute: Buono
Stile di vita: Nessun comportamento a rischio

Auto esclusione

Donare il sangue non comporta alcun rischio per il donatore. La salute del ricevente è nelle mani del donatore, solo il donatore può fornire le garanzie necessarie sul suo stato di salute. Per questo è importante compilare in maniera assolutamente veritiera e accurata il questionario pre-selezione. Trascurare anche qualche piccolo dettaglio all’apparenza insignificante potrebbe creare danni e non benefici al ricevente. Il colloquio con il medico trasfusionista è quindi un momento fondamentale per valutare eventuali controindicazioni alla donazione.

Sospensione temporanea alla donazione

Sospensione di 48-72 ore per:

  • vaccini tetano, influenza, pertosse, rabbia
  • laser terapia
  • viagra

Sospensione di 2 settimane per:

  • febbre superiore a 38° o malattia infettiva virale

Sospensione di 3 settimane per:

  • corticosteroidi

Sospensione di 4 settimane per:

  • vaccini morbillo, parotite, rosolia, tbc,….
  • convivenza o contatto malattie esantematiche, parotite, mononucleosi
  • viaggi in paesi extraeuropei
  • interventi chirurgigi ambulatoriali
  • terapie odontoiatriche e igiene dentale

Sospensione di 3 mesi per:

  • puntura di zecca
  • viaggi in paesi con rischio malattie tropicali

Sospensione di 4 mesi per:

  • cannabis in “spinelli” usata saltuariamente
  • epatite a
  • trasfusioni
  • trapianti di tessuti e/o cellule
  • agopuntura (senza aghi usa e getta)
  • foratura lobi
  • body piercing
  • tatuaggi
  • puntura accidentale con aghi potenzialmente infetti
  • interventi chirurgici maggiori ed esami endoscopici

Sospensione di 6 mesi per:

  • toxoplasmosi, mononucleosi infettiva,herpes zooster

Sospensione di 1 anno per:

  • gravidanza
  • donazione di midollo osseo

Sospensione per uso farmaci:

  • aspirina: 5 giorni
  • antinfiammatori: 7 giorni se presi occasionalmente, 15 giorni se si è fatto un ciclo di terapia
  • antibiotici: 15 giorni
  • antimicotici: 15 giorni
  • psicofarmaci ansiolitici e ipnotici: 7 giorni
  • antidepressivi e tranquillanti: esclusione temporanea, riammissione dopo guarigione e sospensione terapia
  • antibiotici, antimicotici, corticosteroidi per uso topico: nessuna sospensione purché non nella zona della venipuntura
  • antistaminici, farmaci per ipertrofia prostatica: nessuna sospensione (donazione di plasma per frazionamento industriale)

In caso di raffreddore e mal di gola: sospensione fino a guarigione

In caso di allattamento: sospensione per tutta la durata dell’allattamento

Sospensione permanente alla donazione:

  • droghe per uso endovenoso, cocaina, anfetamine, ecstasy, sostanze allucinogene, eroina
  • cannabis usata continuativamente
  • anabolizzanti, steroidi, ormoni
  • antidepressivi usati abitualmente
  • alcolismo
  • positività per il test della sifilide (TPHA o VDRL)
  • positività per il test AIDS (anti-HIV 1)
  • positività per il test dell’epatite B (HBsAg)
  • positività per il test dell’epatite C (anti-HCV)
  • rapporti sessuali con persone nelle condizioni incluse nell’elenco

Categorie a rischio: infermieri, rianimatori ecc., se contatto con sangue o liquidi biologi o lesioni da ago o strumenti infetti sospensione 4 mesi

Per la protezione della propria salute informare il medico trasfusionista di eventuali patologie o qualora si accusino sintomi di malessere

Informare sempre e comunque il medico trasfusinista dell’uso di farmaci o terapie in corso e pregresse